Prima e Dopo

Questa è la parte più affascinante del dipingere su ceramica: il dover immaginare come sarà il pezzo una volta cotto, basandosi su quello che si sta usando: smalti lucidi, opachi, craquéle, colori più duri o più morbidi... anche il supporto ha la sua importanza.

Una volta che il risultato ci soddisfa, via in forno a circa 950°, magari dopo una spruzzatina di cristallina, uno smalto trasparente.

E' importante conoscere molto bene i colori perchè quasi nessuno rimane uguale da "crudo" a "cotto". Bisogna conoscere bene anche la loro resa, non stenderli in strati troppo spessi perchè in cottura non "strappino" e non "bolliscano", o in strati troppo sottili, perchè non "brucino" e diventino quasi invisibili.

Ecco alcuni esempi